TIRARSELA: inconsapevolezza del non sé o consapevolezza di sé?

18 10 2008

Ci sono persone che al loro primo apparire davanti ai nostri occhi suscitano irritazione. Il loro modo di atteggiarsi, di camminare con quel passo fiero molto simile a quello dei leoni nella loro savana, contrasta in qualche modo con l’imperfezione della loro figura. Potranno anche ridere di voi con aria di scherno, ma quella risata non farà mai male, al massimo genererà altrettante risate alle loro spalle, e loro, ignari dell’ilarità generale che si riversa sulla loro RIDICOLA figuara, continueranno a TIRARSELA  ( espressione gergale e di basso rango ma efficace nel rendere l’idea). Eppure il loro sguardo è così vuoto, le loro parole così vaque ed insignificanti, i loro discorsi così sciocchi, da far accapponare i capelli. Si reputano dei per cose assolutamente ordinarie, non hanno pensieri, non sono rapidi nell’agire e non sono belli! Non parlo di una bellezza standard e stereotipata. la bellezza è particolarità. Loro sono privi di partiocolari interessanti e se ne vanno in giro per le strade con l’atteggiamento di chi ha addosso la veste suprema di porpora e la corona d’alloro intorno intorno alla testa.

Bene, io non stimo queste persone. Nè le giudico, nè voglio dire cose che le possano offendere. Semplicemente mi fanno un po pena perchè non si accorgono di quanto siano ridicole.

E poi…… ci sono persone diverse. Persone che al loro primo apparire davanti ai nostri occhi suscitano uno sguardo sognante, persone che ci ammaliano con la delicatezza un po dandy del loro passo, o forse con la loro camminanta trasandata ma che nasconde un non so chè di mistico, di elegante nonostante il suo INCONSAPEVOLMENTE VOLUTO impianto grezzo e trascurato.

Ci sono persone che ridendo di scherno feriscono, che indicando qualcuno spaventano, che sorridendo benevole esaltano.

Sono persone circondate da non so quale alone di partiocolarità, di bellezza apolinnea. Si, la loro bellezza assomiglia al sogno e d’improvviso guardando nei loro occhi vissuti e profondi dimentichiamo i nostri.

Guardando la loro figura dimentichiamo la nostra e mnemosine viene inghiottita così, da questo bacchico magma. E’ dioniso che si impossa di lei!

Anche loro hanno l’aria altezzosa, un po ironica, un po "irritante", ma non possono generare irritazione, solo Ammirazione.

Questo perchè possono permettersi di avere quell’aria, quell’attegiamento che è per loro come la ricompensa ottenuta per una dura lotta.

Quell’atteggiamento significa vittoria, la vittoria di una lotta inestina duramente sofferta contro un insicurezza vorace, divoratrice di un ego che non c’è mai stato ed ora emerge alto nella sua maestosità, come per vendicarsi dei torti prima subiti.

Oppure si tratta semplicemente di consapevolezza.

Vi sembrerà paradossale detta così, quindi cercherò di rendere esplicativo il tutto ocn un esempio.

Nel primo caso pensate ad un bambino grasso e brutto, rinchiuso in se stesso, denigrato, emarginato dai suoi coetanei.

Passsava le sue giornate a casa a guardare film, oppure andava al cinema da solo.

Guardava quello schermo e ci vedeva dentro la vita che sognava, guardava quegli attori e pensava che avrebbe voluto diventare come loro.

Crescendo quel bambino si rese conto che non poteva diventare come quegli attori, ma che poteva scrivere una storia e diventare il loro dio, il regista, il capo.

Come poter biasimare quel bambino divenuto uomo se lo si vede oggi camminare a testa alta per la strada guardando con scherno tutti i passanti e sorridendo firamente soddisfatto della sua grandezza?

Come si può biasimarlo se ora, dopo anni di insicurezze e sofferenza quell’uomo ha realizzato un sogno?

Si, lo ha realizzato proprio ieri, o forse oggi. ha girato il suo primo film e si sente al settimo al cielo.

E’ magro, alto e bello… non ha brufoli sul volto, il sole si riflette sulla sua pelle ancora giovane.

E’ grasso, calvo, il naso aquilino e i denti piccoli e storti, eppure è bello.

E’ così bello che non si può non ammirarlo.

E quando parla… oh! Che musica la sua voce. Sa toccare il cuore di chiunque, la sua eloquenza non ha pari. La dizione perfetta cede bellezza ulteriore alla sua particolarità.

Oppure è un artista di strada inglese, alto, gli occhi ghiaccio come il mare del nord, i capelli dorati e lo sguardo da divo.

Cosa sarebbe quell’uomo senza la sua aria un po snob?

Perderebbe tutto il suo fascino, la sua bellezza non sarebbe notata, si perderebbe tra le strade della città  e in mezzo a quel rumore si farebbe silenzio.

 

 

 

Annunci

Azioni

Information

4 responses

18 10 2008
Elena

il terzultimo paragrafo…: Peter? XD

18 10 2008
Giovanni

oH valè, che arusto ste riflessioni!
è il tipo di riflessioni che si fanno camminando per strada, o sul pullman, quando si è pensierosi.
Leggerle crea una sensazione come di stupore, e insieme curiosità di capire quanto i nostri pensieri differiscano e perchè.
E\’ lo stesso stupore che provai leggendo le riflessioni nella quotidianità sul libro che mi hai prestato tu, "L\’insostenibile leggerezza dell\’Essere".

19 10 2008
Eliana

Yo, bell\’intervento.
Io quelli li chiamo "iri tratti dell\’ingnoranza".
La gente è occupata solo a stare al passo con i tempi, ad acquistare l\’ultima borsetta all\’avanguardia e null\’altro.
 
Il reale problema è che loro sono il reale (giochino scemo di parole) e forse siamo no lo spettro di un futuro irrearizzabile.
La consapevolezza è quella che ciascuno di noi dovrebbe acquisire per vivere in pace con se stessi, il che implica compiere una sorta di cammino perpetuo, stile albero sephirotico.
Eco insegna.
Il che non mi pare imposibile.

24 10 2008
Alberto

peter,peter..sisi…ti ha proprio incantanta XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: